neoborbonico1Italia e sud Italia. Sembrano uno stesso paese ma non sempre è così. Purtroppo, nel mezzo della crisi economica, pare che, a volte, la parola “Mezzogiorno” sia stata cancellata dalla politica italiana.

Nord e Sud Italia hanno marciato a velocità diverse, creando di fatto due “mezzo Italie”, che non hanno fatto altro che allontanare ancora di più il nostro paese dall’Europa.

Come anche in passato Pier Luigi Bersani ha avuto modo di dire, l’Italia riuscirà ad uscire dalla crisi economica solo se anche il sud Italia sarà in grado di farcela, di muoversi. Se si riesce a mettere da parte l’idea che il nord Italia possa farcela da solo (cosa che hanno cercato di far credere a tutti i vari politici di turno), allora si è già fatto un passo avanti verso il successo dalla crisi economica.

Occorre per forza di cose togliere dagli occhi degli italiani tutti l’idea che il sud Italia sia “accattone”, “sprecone” ed “inefficiente”. Questo si può fare solo con una politica “sobria”, che sia responsabile.

La politica deve essere rispettosa dei cittadini italiani, che sono stati chiamati a fare dei sacrifici come mai negli ultimi 60 anni, per cercare di uscire da quella cosiddetta “crisi” economica che sta impazzando e che taglia a manca e a ritta posti di lavoro. L’Italia non può farcela senza una sinergia tra nord e sud, senza che gli uni aiutino gli altri.

Non bisogna vedere più il nostro paese diviso tra “polentoni” e “terroni”, ma come un’Italia unita, altrimenti gli sforzi e gli uomini deceduti sul campo da battaglia per darci modo di vivere come italiani saranno stati vani. Così come gli sforzi di coloro che oggi tentano di fare di tutto per combattere la crisi.